NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Venezia FC, Lo Scontro Playoff Con Lo Spezia Finisce 1 a 1.

Venezia FC, Lo Scontro Playoff Con Lo Spezia Finisce 1 a 1.

Ci si aspettava una partita equilibrata e così è stato. Finisce 1 a 1 a La Spezia tra i padroni di casa e il Venezia FC, in una partita che ha offerto molte emozioni e per la quale, alla fine, il pareggio sembra il risultato più giusto.

Spezia che si presenta in campo con un 4-3-1-2 che rispecchia quanto ci aspettava alla vigilia, con Palladino a supporto di Marilungo e Granoche, a formare un attacco a dir poco esplosivo. Gli ospiti, invece, scendono in campo con il consueto 3-5-2, con la novità Zigoni al posto dello squalificato Litteri. 

Pronti, via e il Venezia FC trova subito il vantaggio grazie a Pinato che, dopo due minuti, trafigge l’estremo difensore ligure Di Gennaro. Bravissimo il centrocampista arancioneroverde a farsi trovare pronto sull’assist di Geijo e a crearsi lo spazio per concludere in mezzo a tre uomini.  

Lo Spezia prova a reagire, ma il colpo di testa di Terzi finisce alto sopra la traversa. 

Al 10’ altra occasione per il Venezia FC, con Falzerano che prova la conclusione, vedendo il suo tentativo rimpallato. Il pallone arriva tra i piedi di Bruscagin che tenta la via della porta, non trovando però fortuna. 

Passano poco più di dieci minuti e lo Spezia sfiora il pareggio: grande azione dell’ex Spal Mora, che salta Andelkovic in dribbling e mette un cross teso in piena area di rigore. Spreca Palladino calciando malamente. 

Tre minuti e il Venezia FC prova a chiuderla, con Garofalo che pesca Geijo alla perfezione, ma sulla conclusione dello spagnolo è attento Di Gennaro.

Al 32’ sono ancora gli uomini di Inzaghi a rendersi pericolosi sugli sviluppi di calcio d’angolo, ma la girata di Modolo non inquadra la porta. 

Al 37’ il tecnico dei padroni di casa Gallo toglie Marilungo, non proprio in giornata, per inserire Forte ed è proprio il neo entrato ad andare vicino al gol del pari con una splendida conclusione di tacco che si stampa sul palo. L’arbitro Balice, comunque, ferma il gioco per fuorigioco. 

Primo tempo che dunque si conclude qui, con il Venezia FC in vantaggio in virtù della rete messa a segno dopo pochi secondi da Pinato.

Alla ripresa del gioco nello Spezia non c’è Palladino, uscito per far posto a Mastinu. La squadra di casa gioca con un altro spirito rispetto al primo tempo, cercando di fare la partita e rendersi pericolosa. Al 50’ De Col prova il tiro a giro, con il pallone che esce non di molto. Passano tre minuti e Granoche colpisce di testa verso la porta lagunare, trovando un Audero attentissimo.

Di per sé, comunque, la prestazione della retroguardia arancioneroverde è di altissimo livello, con Domizzi e compagni che non rischiano quasi mai. 

Al 58’ l’occasione migliore per il raddoppio ospite capita sui piedi di Geijo: Falzerano supera Di Gennaro in uscita e appoggia verso lo spagnolo, il cui tiro a botta sicura viene rimpallato da De Col. E’ il momento clou della partita, perché dal possibile 2 a 0 per i leoni si passa al pareggio dei padroni di casa. 

E’ il 67’ e su un angolo battuto dalla destra, Audero calcola male i tempi dell’uscita, facendosi sfuggire il pallone dalle mani, con Granoche che è libero di depositarlo in rete per il più facile dei gol. 

Da qui la partita cambia, con il Venezia FC schiacciato all’interno della propria metà campo e lo Spezia a cercare il vantaggio. La difesa lagunare, però, regge senza troppi problemi fino al 92’, quando il direttore di gara fischia la fine sul risultato di 1 a 1.

Leoni che, complici gli altri risultati delle gare delle 15, scendono all’ottavo posto in classifica, a pari con il Parma settimo. Il prossimo impegno vedrà gli arancioneroverdi impegnati al Penzocontro l’Avellino, dove servirà tutto l’appoggio del pubblico perportare a casa i tre punti e arrivare poi preparati allo scontro diretto di venerdì 23 proprio contro gli emiliani.


di Marco Alessandri/ in collaborazione con Positive Magazine


Premium Sponsor

hamaki ho
estra 
jeep
campello motors
alfa romeo
 

Partner

nike
associazionevenezianaalbergatorivenezia unica t