NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Venezia FC, contro il Pescara l’ultimo sforzo prima dei playoff.

Venezia FC, contro il Pescara l’ultimo sforzo prima dei playoff.

A Cremona si è infranto il sogno promozione diretta dei lagunari, caduti dopo un lungo tour de force che li aveva portati a giocarsi la Serie A con squadre ben più quotate come Palermo, Frosinone e Parma. I cinque gol presi dai grigiorossi fanno ancora male, soprattutto per quello che hanno significato. Il tempo delle recriminazioni però è già finito e venerdì arriva l’occasione giusta per chiudere al meglio questa Serie B ConTe.it, prima di concentrarsi sui playoff. Nell’anticipo di venerdì sera al Penzo arriva il Pescara di Giuseppe Pillon. Vincere di fronte al proprio pubblico sarebbe il miglior modo di salutarsi, sperando in un passo falso del Palermo a Salerno che garantirebbe ai lagunari l’accesso alle semifinali playoff senza passare dal turno preliminare. 

Prima però c’è da battere gli abruzzesi, che lottano ancora per salvarsi. La situazione dei biancoazzurri non è critica, ma i soli due punti di vantaggio sulla zona playout non lasciano tranquilli i propri tifosi, che sperano di archiviare al più presto una stagione che ha deluso le attese sotto tutti i punti di vista. Con l’arrivo in estate della leggenda del club Zdenek Zeman e un mix i giovani e giocatori esperti, infatti, la piazza si aspettava di poter lottare fino all’ultimo per la promozione. Così non è stato e ora, a una giornata dal termine, la salvezza non è ancora arrivata e il tecnico boemo è stato allontanato. 

Un Pescara che arriva in laguna in piena difficoltà di organico, con gli squalificati Andrea Coda e Gaston Brugman che non saranno della partita. In dubbio anche l’ex Andrea Cocco, in arancioneroverde nel 2007, anno in cui ha collezionato nove presenze e due gol. Il centravanti trentaduenne ha sofferto di un affaticamento nell’allenamento di martedì e sarà in dubbio fino all’ultimo. I grandi assenti, comunque, saranno i due esperti difensori Cesare Bovo e Hugo Campagnaro, in due oltre duecento presenze in Serie A.

Il Venezia FC, invece, vuole a tutti i costi rifarsi dopo la seconda peggior sconfitta dell’era Tacopina. Da quando è arrivato il presidente statunitense, infatti, solo in un’occasione i lagunari avevano concesso cinque reti agli avversari: era la poule scudetto della Serie D e i leoni persero proprio 5 a 1 contro il Piacenza. 

Contro il Pescara Inzaghi potrebbe far rifiatare qualcuno dei titolarissimi, con Del Grosso che potrebbe rilevare Garofalo in vista dei playoff. Confermatissimo Leo Stulac in cabina di regia, mentre dietro tiene sempre banco la questione Andelkovic, non ancora al meglio. Possibile che il tecnico decida di preservarlo in vista dei playoff.

Per il resto, Litteri giocherà quasi sicuramente mentre al suo fianco è ballottaggio tra Marsura e Geijo, con Zigoni che parte leggermente indietro rispetto a questi due. 

È l’ultima partita di un campionato fantastico, giocato dagli arancioneroverdi sopra ogni aspettativa. Chiudere in bellezza sarebbe il miglior modo per salutare i tifosi e darsi appuntamento ai playoff, dove i leoni vogliono farsi trovare pronti e lottare per quello che ormai è diventato il sogno di chiunque, la Serie A.


Di Marco Alessandri |In collaborazione con Positive Magazine


Premium Sponsor

hamaki ho
estra 
jeep
campello motors
alfa romeo
 

Partner

nike
associazionevenezianaalbergatorivenezia unica t