NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Venezia FC, ora o mai più: a Palermo in palio la finale.

Venezia FC, ora o mai più: a Palermo in palio la finale.

Se a inizio anno avessimo predetto un Venezia FC pronto a giocarsi la Serie A in una semifinale playoff pochi ci avrebbero creduto. Invece questa squadra ha stupito tutti gli addetti ai lavori e sta inseguendo la terza promozione di fila, sicuramente la più ambita. Dopo il pareggio strappato dal Palermo al Penzo ora si vola in Sicilia, allo stadio “Renzo Barbera” per la gara di ritorno. L’1 a 1 di mercoledì sera costringe gli uomini di Pippo Inzaghi a raccogliere l’intera posta in palio a causa di un meccanismo che avvantaggia la squadra che ha chiuso la regular season più in alto in classifica e quindi, nello specifico, i rosanero, quarti al termine del campionato. Venezia FC che comunque ha dimostrato di non temere nessuno ed è pronto ad affrontare il match più importante degli ultimi quindici anni, perché di questo si tratta. Palermo che in ogni caso parte favorito in virtù della possibilità di poter giocare con due risultati su tre a favore e davanti al proprio pubblico. 

La rosa dei siciliani, poi, in estate è stata costruita per tornare subito in Serie A dopo la retrocessione dell’anno scorso. Un mercato che aveva il chiaro obiettivo di centrare la risalita quanto prima ma che dopo una stagione travagliata ha visto sfumare la promozione diretta. I playoff restano dunque l’unico modo per evitare una stagione fallimentare e riabbracciare la massima serie, palcoscenico che ha spesso ospitato i rosanero. Per questo motivo mister Stellone farà ricorso a tutti gli assi a propria disposizione, con Coronado che partirà dal primo minuto, a differenza di quanto successo in laguna. Possibile anche il rientro di Nestorovski nell’undici iniziale, mentre Moreo è destinato alla panchina. 

Dall’altra parte ci sarà un Venezia FC che sente di potersi giocare questa partita senza particolari pressioni, sapendo di aver già costruito qualcosa di incredibile. Una semifinale playoff, la prima nella storia arancioneroverde, è già il giusto premio per questo gruppo, che ora vuole provarci fino all’ultimo. Inzaghi ripartirà dalle proprie certezze, con i tre centrali a difendere la porta di Audero, la cui parata su Coronado nel finale di gara di mercoledì tiene vive le speranze dei leoni. A destra confermato Bruscagin, mentre sul lato opposto rientrerà Garofalo. Stulac, Falzerano e Pinato saranno con ogni probabilità i tre di centrocampo, mentre davanti accanto a Litteri potrebbe partire Geijo. Occhio però a Marsura, che dopo la rete messa a segno all’andata vorrà dare il proprio contributo anche domenica. 

Arbitrerà il signor Gianluca Aureliano della sezione di Bologna.

L’atmosfera sarà di quelle da grandi occasioni, in una gara che il Venezia FC deve solo vincere, ma che il Palermo non può assolutamente sbagliare. Mai come in questo caso servirà una vera e propria impresa ai lagunari per espugnare un campo in cui in questa stagione hanno vinto solamente Novara, Cittadella e Foggia

Appuntamento per domenica alle 18.30 per il ritorno della semifinale playoff. Crederci è un obbligo, per scrivere una pagina indelebile nella storia arancioneroverde


Di Marco Alessandri |In collaborazione con Positive Magazine


Premium Sponsor

hamaki ho
estra 
jeep
campello motors
alfa romeo
 

Partner

nike
associazionevenezianaalbergatorivenezia unica t